Strategie marketing offline e online per tabaccherie [Articolo]

Hai scelto di rilevare un’attività commerciale ed hai puntato su una tabaccheria con edicola? Si tratta di un settore molto in crisi…

Se sei deciso, scegli di essere innovativo!

La prima cosa da fare è un’analisi del mercato sulla quale potrai strutturare una strategia di marketing efficace, in grado di attirare nuovi clienti e riconquistare quelli vecchi. Studia la zona, l’offerta dei negozi di vicinato e la concorrenza.

Inventati un brand che rappresenti una tabaccheria alternativa e moderna, diversa dalle solite. Studialo bene perché deve comunicare quello che fa la tua tabaccheria e che non fanno le altre. Un brand azzeccato sarà in grado di incuriosire anche persone di zone limitrofe che verranno a vedere cos’ha di speciale il tuo negozio. Il volantinaggio e gli articoli sui giornali funzionano sempre e non sono da sottovalutare.

Poi dedicati a strategie marketing capaci di coinvolgere utenti dall’online all’offline e viceversa, con un obiettivo unico: portare fisicamente le persone da te!

Ecco qualche idea.

Crea un evento facebook, magari una bella caccia al tesoro su Google maps, ad ogni tappa svela un servizio esclusivo che viene fornito dalla tua tabaccheria e alla fine sarà proprio lì che dovranno venire a ritirare la vincita! Scatta foto, pubblica, tagga.

Crea un concorso fotografico e riserva una sorpresa (regalo o sconto) per chi pubblica foto della tua tabaccheria sui social.

Crea un evento fisico in modo che la gente si ricordi di te, registralo. In questo modo, collezionerai un po’ di materiale foto/video col quale potrai iniziare una strategia online di advertising.

Una volta che hai portato clienti al tuo negozio, concentrati su di loro e studia dei servizi personalizzati che portino valore (banalmente il pagamento col POS? O una poesia scritta a mano su carta intestata e messa nelle pagine centrali del quotidiano più venduto). Stupisci continuamente il tuo cliente, ogni giorno con un’offerta nuova: in questo modo riuscirai a fidelizzarlo e sarà spinto a tornare da te.

Parti dalla consapevolezza che l’aggio della tabaccheria non è in grado di sostenere l’attività stessa: sfrutta il walk-in dei tabacchi e dell’edicola per proporre articoli con marginalità più alta, come le sigarette elettroniche. Le multinazionali stesse stanno spostando ingenti bugdet su questi prodotti.

A T2000, la fiera dei tabacchi in tour nelle varie città d’Italia, si è notata una importante presenza di articoli da svapo. E questo conferma il graduale passaggio da fumo tradizionale a fumo elettronico. “Abbiamo notato un approccio diverso da parte dei tabaccai. Se penso che solo uno o due anni fa’, non ne volevano proprio sapere… ora invece il fumo elettronico non è più visto come una minaccia al settore piuttosto come una nuova fonte di reddito.” Dice Claudia Baldini di Bandz Srl (www.bandz-srl.eu) “Per i tabaccai si tratta di prodotti nuovi. Per questo vanno presi per mano e accompagnati nella scelta. Noi infatti abbiamo fatto una selezione di liquidi per facilitare la proposta al cliente finale. E poi non ci stanchiamo mai di raccontare la nostra storia e di come creiamo la parte aromatica, a differenza di molti altri che la acquistano esternamente. Ci teniamo troppo alla salute delle persone e vogliamo che il nostro operare in modo etico sia conosciuto il più possibile.”

Leggi su comunicati stampa

Lascia un commento